Il tratto di sei geni sembra aumentare il rischio di gravi malattie del coronavirus. Un tratto di DNA legato a Covid-19 è stato tramandato da Neanderthal 60.000 anni fa, secondo un nuovo studio. Gli scienziati non sanno ancora perché questo particolare segmento aumenta il rischio di gravi malattie del coronavirus.Continua a leggere…

Crisi da pestilenza alla Bartolini di Bologna: «A oggi i casi di positività in Brt sono 54, ma c’è un’altra decina di positivi negli altri magazzini della logistica tra l’Interporto e Calderara di Reno». Lo afferma Tiziano Loreti di Si Cobas, rispetto alla situazione del focolaio individuato all’interno dell’azienda diContinua a leggere…

I coronavirus sono RNA virus capsulati a simmetria elicoidale, di dimensioni medie comprese tra gli 80 ed i 160 nm. I coronavirus sono responsabili normalmente di infezioni respiratorie lievi ed aspecifiche a tutte le età, soprattutto durante l’inverno e l’inizio della primavera. Hanno la peculiarità di far perdere l’attività ciliareContinua a leggere…

In principio, c’era molta confusione sulle procedure da adottare. “L’intera comunità si stava arrampicando”, ha detto Cleveland-Gray, responsabile della riserva Chilchinbeto della nazione Navajo, situata nell’angolo nord-est dell’Arizona. “Non sapevamo cosa dovevamo fare.” Risulta che due mesi fa, un uomo che è andato a partecipare ad un torneo di basketContinua a leggere…

Chi l’ha inventato questo slogan da propaganda d’altri tempi? Questo ci sfugge, ma non possiamo accettare una frase che guarda all’ottimismo sfrenato senza tener conto delle vittime, dei disastri economici presenti e futuri, e uno scenario generale che ci fa rabbrividire. Forse lo potranno dire i superstiti, quelli che nonContinua a leggere…

Coronavirus: la situazione dei contagi in Italia al 1 maggio 2020 Calano ancora terapie intensive e ricoverati con sintomi In particolare, nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a ieri, 1° maggio, il totale delle persone che hanno contratto il virus è 207.428, con unContinua a leggere…

Gli scienziati che lavorano per l’esercito americano hanno progettato un nuovo test Covid-19 che potrebbe potenzialmente identificare i portatori prima che diventino contagiosi e diffondano la malattia. In quella che potrebbe essere una svolta significativa, i coordinatori del progetto sperano che il test del sangue sarà in grado di rilevareContinua a leggere…

Ora è ufficiale, il coronavirus è trasportato dal particolato atmosferico. Possibile “indicatore” precoce di future recidive dell’epidemia da Covid-19. Studio effettuato da Sima, ricercatori dell’Università di Bari, Bologna e Trieste, e dell’ateneo di Napoli “Federico II” A poco più di un mese dalla pubblicazione di un Position Paper sulla “ValutazioneContinua a leggere…