stabilimento industriale montaggio automobili Germania

Il più grande sindacato tedesco chiede una giornata lavorativa di 4 giorni


Entro il 2030, 400.000 dipendenti potrebbero essere licenziati nel settore automobilistico in

Il sindacato tedesco IG Metall ha proposto l’introduzione di una settimana lavorativa di quattro giorni al fine di evitare di massa nel settore automobilistico, che aveva problemi anche prima dell’epidemia.

” La settimana lavorativa più breve sarebbe stata una risposta ai cambiamenti strutturali in settori come quello automobilistico “, ha detto il leader sindacale Jörg Hoffman al quotidiano Süddeutsche Zeitung , aggiungendo che ciò ” preserverebbe i posti di nel settore “.

Il passaggio alla produzione di veicoli elettrici
L’industria automobilistica tedesca, che con 830.000 dipendenti è una delle forze principali dell’economia tedesca, rappresentando il cinque per cento del PIL tedesco, è già in fase di ampia ristrutturazione a causa del passaggio alla produzione di veicoli elettrici. La decisione è stata motivata dalla preoccupazione per l’ambiente e dal fatto che l’automazione e la digitalizzazione sono alle porte.

La situazione nel settore citato è peggiorata durante l’epidemia di quest’anno, anche se si intravvedono già segnali di ripresa, scrive il portale Deutsche Welle.

Scenario nero: prendere il di 400.000 dipendenti
Alcune società tedesche, tra queste; Daimler, ZF e Bosch hanno già concordato orari di più brevi durante l’estate e hanno proposto un adeguamento salariale compensativo per i dipendenti. ” Ridurre l’orario di era nell’interesse delle aziende in quanto non dovevano licenziarsi. Hanno mantenuto professionisti e risparmiato sui pagamenti di fine rapporto ” , ha detto Hoffman.

All’inizio di quest’anno, su commissione del governo tedesco, l’agenzia di ricerca ha stimato che nello scenario peggiore, 400.000 posti di potrebbero essere licenziati nell’industria automobilistica tedesca entro il 2030. Nonostante la recessione, il sindacato IG Metall chiederà un aumento di stipendio nei nuovi negoziati.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.