Non importa quanti soldi hanno. Ci sono grandi disparità nei risultati sanitari sia tra Stati Uniti e che all’interno di ogni paese, ha rivelato un nuovo studio.
Le persone di mezza età negli Stati Uniti hanno una peggiore rispetto a quelle che vivono in e le disparità sono maggiori per gli individui a basso reddito, secondo un nuovo studio.

C’è anche un divario più grande nei risultati di tra ricchi e poveri negli Stati Uniti che in , secondo i ricercatori dell’Università del Michigan e dell’University College di Londra, secondo una dichiarazione pubblicata lunedì.

I tassi di diabete, artrite, ipertensione e condizioni di mentale tra gli individui ad alto reddito di mezza età negli Stati Uniti sono più alti di quelli tra i 50 anni in .
Questo nonostante il fatto che queste persone guadagnino quasi il doppio rispetto ai redditi più alti in , con il 10% superiore negli Stati Uniti che porta a casa $ 144.000 all’anno rispetto a $ 71.000 per gli inglesi.
È in fondo alla scala del reddito, tuttavia, che si notano le maggiori differenze, con gli inglesi nella fascia di reddito più bassa del 20% in migliore rispetto ai residenti più poveri degli Stati Uniti della stessa età. Questo divario, inoltre, potrebbe indicare il motivo per cui Covid-19 ha avuto un impatto più devastante sugli americani a basso reddito.
“È più scioccante, e più evidente, tra gli adulti a basso reddito”, ha affermato il dott. Kenneth Langa, professore di medicina interna, gerontologia e gestione della e politica presso la University of Michigan Medical School.
L’ipertensione, l’artrite, il diabete, i problemi cardiaci, l’ictus, le malattie polmonari croniche e le condizioni di salute mentale erano più frequenti tra gli americani a basso reddito rispetto ai loro omologhi inglesi.

Il divario tra ricchi e poveri
I risultati sulla salute sono migliorati con il reddito in entrambi i paesi, ma ci sono state maggiori disparità tra ricchi e poveri negli Stati Uniti.
Entrambi i paesi hanno un problema di disuguaglianza, ma le disparità sono probabilmente peggiori negli Stati Uniti rispetto ad altri paesi ad alto reddito, i ricercatori hanno detto alla stampa.

“La scioccante differenza tra ricchi e poveri in entrambi i paesi è qualcosa da affrontare”, ha detto Langa.
“È particolarmente accentuato negli Stati Uniti, questa differenza tra ricchi e poveri è ancor più un’emergenza di pubblica”.
Lo studio completo è stato pubblicato sulla rivista JAMA Internal Medicine e ha utilizzato i dati di due studi che hanno esaminato 13.000 residenti negli Stati Uniti e 5.700 residenti inglesi dal 2008 al 2016.
Le disparità sono rimaste anche quando si sono adattati a fattori quali genere, razza e stato civile, i ricercatori hanno scoperto.
Si sono concentrati su residenti statunitensi di mezza età perché le persone anziane hanno diritto alla copertura sanitaria di Medicare. Nel Regno Unito, tutti hanno accesso all’assistenza sanitaria nell’ambito del Servizio sanitario nazionale.

Impatto del coronavirus sui residenti negli Stati Uniti a basso reddito

I risultati potrebbero anche aiutare a spiegare perché i residenti statunitensi a basso reddito sono stati colpiti più duramente dalla pandemia di coronavirus, ha spiegato Langa.
“Un certo numero di disparità che abbiamo riscontrato tra americani a basso e alto reddito – come un rischio più elevato di diabete, ipertensione e livelli più alti di infiammazione – stanno probabilmente contribuendo al rischio molto più elevato di complicanze e morte correlate a COVID tra i poveri “, ha detto. I residenti negli Stati Uniti a basso reddito hanno anche maggiori probabilità di lottare con lo shopping, cucinare e gestire i propri soldi rispetto a quelli con redditi più alti, così come gli inglesi con redditi simili, secondo lo studio.
Lo stress finanziario può esacerbare comportamenti peggiori legati alla salute come il fumo e una dieta non salutare, che può contribuire a gravi problemi di salute, hanno detto gli autori.
Ancora più preoccupante, la situazione sembra destinata a peggiorare.
“Anche coorti più giovani dei baby boomer, quelli sulla quarantina, la loro salute è davvero sconvolgente”, ha dichiarato HwaJung Choi, ricercatore di medicina interna presso la facoltà di medicina dell’Università del Michigan.
Langa ha convenuto che le tendenze statunitensi non sembrano buone. “Le cose sembrano andare male adesso e probabilmente peggioreranno ancora”, ha detto.
Per affrontare queste sfide, i governi dovrebbero lavorare per ridurre le disparità di reddito e migliorare altri fattori come l’accesso all’istruzione e all’occupazione, ha affermato Langa.
“Questi sono problemi più grandi di chi riceve assistenza sanitaria”, ha detto.
La continua disuguaglianza anche sotto il servizio sanitario nazionale inglese dimostra che è necessario un approccio olistico, hanno affermato i ricercatori.
“Probabilmente dovrebbe essere al di là della politica sanitaria”, ha aggiunto Choi.
Ci sono stati pochi studi che hanno fatto questo tipo di confronti da mele a mele, hanno detto gli autori, ma sembra destinato a cambiare.

Ora ci sono più di 30 paesi che raccolgono dati che consentiranno ulteriori confronti di questo tipo nell’ambito di una rete di studi.
Osservare queste tendenze consentirà ai ricercatori di elaborare gli effetti delle politiche di salute pubblica, dell’invecchiamento della popolazione o degli shock sanitari come la pandemia di coronavirus, ha spiegato Langa.
I ricercatori estenderanno anche il lavoro concentrandosi sui paesi ad alto reddito a paesi a basso reddito, tra cui India, Cina e Messico.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.