L’estate è arrivata e ci sono più zanzare e mosche a darci fastidio. Non c’era nulla di cui preoccuparsi in passato, ma quest’anno c’è una nuova epidemia di polmonite da coronavirus. E nasce una domanda, che è diventata una vera preoccupazione per molti: le zanzare e le mosche diffondono il virus? Gli scienziati tranquillizzano i timorosi, dicendo che le zanzare e le mosche non hanno le basi biologiche per diffondere il covid-19.

Il 27 giugno a Pechino c’era la 134a conferenza per la prevenzione e il controllo della nuova epidemia di polmonite da coronavirus. Durante l’incontro, Wang Liping, un ricercatore del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie, ha menzionato in risposta alla domanda di un giornalista che attualmente non ci sono segnalazioni di infezione umana del nuovo coronavirus a causa di organismi vettoriali come zanzare e mosche. Non hanno le basi biologiche per diffondere il coronavirus, ma hanno la capacità di diffondere la malaria, la febbre dengue e altre malattie.

Secondo gli esperti del Center for Disease Control and Prevention, le zanzare e le mosche non trasmettono il nuovo virus, sebbene portino anche alcuni virus e batteri, il nuovo coronavirus è un virus RNA, attualmente diffuso principalmente nei mammiferi e presente nei gatti e nei cani. Non sono stati trovati casi infetti nelle zanzare e nelle mosche.

DATABASE SITI WEB GRATUITO - inserisci il tuo sito web « QUI »


Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.