L’inossidabile pilota bolognese ha trascorso la tredicesima notte in ospedale: sempre stabili, ma gravi, anche se si intravede qualche speranza.

Tredicesima notte trascorsa senza sostanziali variazioni del quadro clinico di , sottoposto lunedì scorso a un secondo intervento neurochirurgico. È quanto si apprende da fonti sanitarie del policlinico universitario di Santa Maria alle Scotte di Siena, dove il pilota automobilistico e atleta paralimpico è ricoverato in prognosi riservata, in terapia intensiva, dal 19 giugno.

Rimane quindi in farmacologico, presenta un decorso stabile dal punto di vista neurologico, il cui quadro rimane “grave”.

Ancora nessuna decisione sarebbe stata presa dallo staff medico che segue Zanardi su un suo possibile risveglio con la diminuzione del dosaggio dei farmaci che inducono il farmacologico. I prossimi giorni di certo saranno decisivi. Non mollare, campione!

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.