Orbit ha avuto una partenza a singhiozzo lunedì con la demo di lancio del suo razzo orbitale a due stadi da un aereo 747.

Il lancio avrebbe visto il razzo – Launcher One – “accendere il motore a mezz’aria per la prima volta”, secondo un comunicato stampa . Tuttavia, il razzo ha riscontrato un problema.
“Abbiamo confermato un rilascio pulito dall’aereo”, ha twittato Orbit . “Tuttavia, la missione è terminata a breve nel volo.”
La compagnia in seguito ha twittato che il razzo ha subito un’anomalia nel suo volo di primo stadio.
“Come abbiamo detto prima del volo, oggi i nostri obiettivi erano lavorare attraverso il processo di lancio, imparare il più possibile e ottenere l’accensione. Speravamo di poter fare di più, ma oggi abbiamo raggiunto quegli obiettivi chiave” disse la compagnia .
Orbit ha indicato in un comunicato stampa che la “missione è terminata in modo sicuro”. Un portavoce ha confermato che il razzo è caduto nell’oceano.

La compagnia vuole lanciare i satelliti in orbita usando razzi che lanciano a mezz’aria da sotto l’ala di un aereo. La società in precedenza aveva affermato che la demo “segna l’apice di un programma di sviluppo della durata di cinque anni”.
“Il lancio dalla Terra nello è incredibilmente difficile”, ha detto in un comunicato stampa. “Migliaia di componenti devono funzionare tutti come previsto, controllando al contempo un’elevata energia e volando a velocità incredibilmente elevate. Le strutture del veicolo devono essere abbastanza robuste da tollerare viaggi fino a 18.000 mph senza disintegrarsi; le temperature e le pressioni dei suoi propellenti non possono essere troppo alto o troppo basso; ogni valvola interna deve fare clic su aperto e chiuso in perfetta sincronicità … ”
Orbit non ha risposto alla richiesta di ulteriori commenti lunedì.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.