Il chitarrista dei Queen Brian May ha rivelato di essere stato portato di corsa in ospedale dal suo medico dopo aver subito un infarto.

In un video pubblicato su Instagram lunedì, May ha rivelato che oltre a ferirsi i glutei in un incidente di giardinaggio all’inizio di questo mese, aveva anche recentemente sofferto di gravi problemi cardiaci.
Il musicista di 72 anni ha descritto la “saga” di incidenti che lo avevano colpito a maggio, iniziando a ferirsi i glutei.
“Ho avuto una risonanza magnetica e sì, ho avuto uno strappo nel mio … mio gluteo massimo”, ha detto in un video lunedì, osservando che ha supposto che l’infortunio fosse la causa del dolore che stava provando.
Tuttavia, una settimana dopo, il rocker disse che era ancora in “agonia”, portandolo ad avere una risonanza magnetica della sua colonna vertebrale, che rivelava un nervo sciatico compresso.
Il nervo, disse May, era “piuttosto gravemente compresso ed è per questo che avevo la sensazione che qualcuno mi stesse mettendo un cacciavite nella schiena.”

Ma questa non è la fine della storia – pur continuando a sopportare dolori alle natiche, il chitarrista dei Queen ha rivelato di aver subito un infarto.

“Mentre pativo i dolori dell’inferno ho avuto un piccolo attacco di cuore”, ha detto, aggiungendo che ha sofferto per circa 40 minuti di dolore e oppressione al petto.
Nel video, May ha rivelato che il suo medico lo ha portato all’ospedale, dove ha scoperto di avere tre arterie bloccate, ed è stato trattato dai medici come un “caso di emergenza”.
“In realtà ho scoperto di avere tre arterie che erano congestionate e in pericolo di bloccare la fornitura di sangue al mio cuore”, ha detto.
Sebbene alcuni gli abbiano consigliato di avere un triplo bypass cardiaco, il musicista ha detto agli spettatori che ha optato per tre stent: tubi corti di rete metallica che agiscono come un’impalcatura per aiutare a mantenere aperta un’arteria.
May ha detto che dopo una “incredibile operazione” da parte dei medici, è uscito dall’ospedale, sentendosi notevolmente bene.
“Quando sono venuto in giro, era come se non fosse successo nulla – non riuscivo a sentire che fossero stati qui, non riuscivo a sentire nulla”, ha descritto.
Il mese scorso, maggio, il batterista Roger Taylor e il cantante Adam Lambert si sono uniti per pubblicare una nuova versione dell’iconica canzone dei Queen “We Are the Champions” – ribattezzata “You Are The Champions” – a sostegno dei lavoratori in prima linea che combattono il coronavirus.
Tutti i proventi della canzone andranno al Covid-19 Solidarity Response Fund per l’Organizzazione mondiale della sanità.
I Queen e Lambert, che ora canta al posto del defunto frontman Freddie Mercury, erano programmati per essere sulla tappa europea del loro tour Rhapsody prima che la pandemia di coronavirus li portasse a posticipare le date.

DATABASE SITI WEB GRATUITO - inserisci il tuo sito web « QUI »


Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.