Famiglia : Meniantacee – La ninfea sfrangiata è una pianta perenne provvista di un lungo rizoma articolato immerso nel fango. I lunghi fusti hanno sezione ovale, e danno attacco a foglie quasi opposte, portate da lunghi piccioli. I lembi fogliari, galleggianti, sono sinuati, ovali, profondamente incisi a cuore alla base e lunghi circa 15 cm. Le foglie di primavera sono di colore chiaro, le successive di un verde più scuro e brillante, con la pagina inferiore spesso macchiettata di porpora. I fiori, giallo oro, di circa 4 cm di diametro, compaiono al di sopra dell’acqua fra giugno e luglio. La corolla ha la forma di un imbuto a cinque lobi con margini e facce inferiori leggermente colorati. Il frutto è una capsula che matura sott’acqua; i semi, che galleggiano lungamente in superficie, sono muniti di piccole spine che li agganciano alle zampe e al piumaggio degli uccelli acquatici. La pianta si moltiplica con facilità anche per frammenti del rizoma. La ninfea sfrangiata cresce in grandi colonie nelle acque stagnanti o tranquille, di preferenza nelle località calde. Si trova in tutta l’Europa e perfino in Cina e in Giappone. Quando si determina un forte abbassamento delle acque, può presentare forme palustri o addirittura terrestri, che però non riescono mai a fiorire.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.