Cantautore e compositore, Fred Bongusto era malato da tempo. L’artista ha avuto un grande successo tra gli Anni 60 e 70, ponendosi tra le stelle dei “cantanti confidenziali”, il corrispettivo dei crooner americani come Frank Sinatra. Nel 2005 l’onorificenza di Commendatore ordine al merito della Repubblica Italiana

Musica in lutto. È morto a 84 anni, festeggiati lo scorso 6 aprile, Fred Bongusto, vero nome Alfredo Antonio Carlo Buongusto. In una nota l’ufficio stampa del cantante scrive che “la notte scorsa, alle 3,30 circa, ha cessato di battere il cuore di Fred Bongusto”. L’artista da qualche tempo aveva problemi di salute.

Bongusto con la sua voce calda e le ballate romantiche ha fatto innamorato intere generazioni. È stato popolarissimo tra gli Anni 60 e 70 come cantante “confidenziale”, corrispondente ai crooner americani come Frank Sinatra. Il primo successo risale al 1962 con il 45 giri “Bella bellissima”. Il lato B conteneva un altro brano che poi sarebbe divenuto popolare: “Doce doce”. Inarrestabile poi la sua scalata nell’olimpo musicale con titoli come “Tre settimane da raccontare”, “Malaga”, “Amore fermati”, “Doce doce, “Frida”, “La mia estate con te” e soprattutto “Una rotonda sul mare” del 1964. “Una rotonda sul mare, il nostro disco che suona, vedo gli amici ballare…” con queste poche parole Bongusto conquistò il cuore degli italiani. Non è tutto perché l’artista è stato anche compositore per più di trenta colonne sonore cinematografiche come “Il tigre” di Dino Risi e film cult “Malizia” e “Peccato veniale” di Salvatore Samperi. Al suo attivo Bongusto ha due Festival di Sanremo: il primo nel 1986 con “Cantare” per poi tornare nel 1989 con “Scusa”.

Nel marzo del 2005 il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi consegna a Bongusto targa d’argento per i 50 anni di carriera, mentre il 2 giugno 2005, in occasione della Festa della Repubblica, viene insignito dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi dell’onorificenza di Commendatore ordine al merito della Repubblica Italiana. Unico momento spiacevole nella sua lunga carriera un brutto caso di cronaca che lo ha visto coinvolto indirettamente nel 1979. I due terroristi Cristiano Fioravanti e Alessandro Alibrandi si sono introdotti nella sua casa, spacciandosi per fattorini. Dopo aver legato e immobilizzato la moglie dell’artista, che in quel momento non era in casa, e la governante. I due ladri hanno derubato i preziosi della famiglia per un valore di diversi milioni di vecchie lire.

I funerali di Fred Bongusto saranno celebrati a Roma, lunedì 11 novembre, alle 15, nella Basilica di Santa Maria in Montesanto, la Chiesa Degli Artisti in Piazza del Popolo.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.