Il segretario agli esteri britannico Dominic Raab ha avviato le nuove , le prime dopo la Brexit, a quei paesi che “non rispettano i

Lunedì la Gran Bretagna ha dichiarato di aver inserito nella lista nera dozzine di persone provenienti da Russia, Arabia Saudita e Myanmar per abusi tra cui omicidi e persecuzioni contro i rifugiati rohingya.
Sono le prime che la Gran Bretagna ha imposto da quando ha lasciato l’Unione Europea a gennaio – una mossa che i funzionari sperano possa lanciare il paese come difensore dei .
Sono 47 le persone con divieto di viaggio e beni congelati in Gran Bretagna: i russi sono accusati di essere coinvolti nella morte dell’avvocato russo Sergei Magnitsky e i sauditi sono accusati di aver assassinato l’editorialista saudita Jamal Khashoggi. L’elenco non include alcun funzionario cinese.
Cosa significa: essere nella lista nera probabilmente non cambierà la vita di quelli nominati e molti sono già nella lista nera degli Stati Uniti ma le sono un’arma che la Gran Bretagna potrebbe usare in futuro su funzionari cinesi che sono coinvolti nell’internamento degli uiguri o nella repressione delle proteste democratiche a Hong Kong.

I rom europei durante la pandemia subiscono un peggioramento della discriminazione

Gran parte della Bulgaria sta riaprendo, ma almeno sette insediamenti rom sono stati rinchiusi in vari punti da marzo, nonostante abbiano tassi di infezione prevalentemente bassi. In un quartiere di Kyustendil, un blocco che dovrebbe concludersi mercoledì per 12.000 residenti che non possono lasciare il sobborgo potrebbe essere esteso.
I funzionari citano rischi medici. Ma per molti Rom, il blocco esemplifica un fanatismo secolare che si è approfondito in alcune parti d’Europa durante la pandemia. Altri posti con simili casi di contagio in Bulgaria, dicono, non hanno avuto tali restrizioni.
“È un puro pregiudizio”, ha detto Angel Iliev che ha cercato di raccogliere l’acqua in una sorgente oltre un checkpoint ma è stato respinto dalla polizia. “La discriminazione era già evidente, ma ora è anche peggio a causa della pandemia.”

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.