L’Europa aprirà gradualmente le sue frontiere esterne il 1° luglio, ma saranno quasi sicuramente inseriti nella lista nera sia gli Stati Uniti che la Russia, che secondo i funzionari dell’UE non hanno ancora contenuto con successo i loro nuovi focolai di coronavirus.

Secondo il New York Times, l’UE è pronta a vietare l’ingresso ai cittadini americani per un periodo di tempo indefinito, anche se rappresentano un’importante fonte di reddito turistico.

L’elenco dei paesi per i quali l’UE ritiene che il rischio sia ancora troppo elevato è lungo alcune decine di paesi, ma non include, ad esempio, la Cina. Ma i cinesi saranno in grado di viaggiare in Europa solo se la Cina aprirà i suoi confini ai cittadini europei.

L’elenco dei paesi sicuri è stato redatto da alti diplomatici dell’UE a Bruxelles dopo scrupolosi negoziati su come riaprire le frontiere esterne dell’Unione dopo quasi quattro mesi. L’elenco è stato, in teoria, approvato dalla maggior parte degli ambasciatori dell’UE, non richiede un sostegno unanime, ma deve comunque essere approvato nelle capitali degli Stati membri prima del 1 ° luglio.

Già martedì, i funzionari dell’Unione hanno lasciato intendere che gli Stati Uniti, che hanno elencato più infezioni e decessi covidi-19 rispetto a qualsiasi altro paese al mondo, è improbabile che siano nell’elenco finale. Finora negli Stati Uniti sono stati rilevati fino a 2,4 milioni di casi confermati di infezione e 124.891 persone sono morte.

Un diplomatico UE senza nome ha detto alla CNN che era “estremamente improbabile” che gli americani fossero fatti entrare in Europa . “Le possibilità degli Stati Uniti sono vicine allo zero. Con il loro numero di infezioni … anche loro stessi non riescono davvero a credere di essere lasciati oltre confine.”

I paesi che sono riusciti a entrare nella lista sicura, tra cui Canada e Australia, sono stati giudicati in base a vari criteri, che includevano anche la loro percentuale di infezioni e la segnalazione credibile di statistiche covid-19.

L’UE aggiornerà l’elenco ogni due settimane in modo che i paesi inseriti nella lista nera possano essere aggiunti entro la fine dell’anno.

DATABASE SITI WEB GRATUITO - inserisci il tuo sito web « QUI »


Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.