è un del 1963 scritto e diretto da Ugo Gregoretti.
Durante una passeggiata due fratellini e la loro badante trovano infilato in un tubo di cemento il corpo di un operaio, Trabucco, che tutti credono morto. Invece è posseduto da
Ormai l’invasione del mondo è iniziata!

Il protagonista, in un crescendo di nefandezze, ne combina di tutti i colori e cerca di usare violenza a Lucia, un’addetta alla mensa aziendale. Scopre poi il luogo dove si riuniscono dei sovversivi e inavvertitamente li denuncia…


Gli autori dei di degli anni ’60 non potevano certo immaginare uno scenario come quello odierno. Questo , pur essendo diverso dalla situazione attuale, ma dai contenuti ugualmente, inquietanti, usa lo stesso nome della famigerata variante sudafricana del virus Covid-19.

Omicron

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.