Microsoft Internet Explorer 1998

è talmente odiato e insultato che persino gli volta le spalle

ha annunciato questa settimana che il suo software di chat sul posto di lavoro Teams non sarà più disponibile su a partire dal 30 novembre e le sue app 365, inclusi i prodotti Office, non funzioneranno su IE a partire dal 17 agosto 2021.

È una decisione importante che aggiunge un altro chiodo alla bara di uno dei prodotti software più odiati di tutti i tempi. Ma IE non sta ancora andando via.
IE è ancora miracolosamente in circolazione dopo 25 anni. Un tempo il web più utilizzato, ha seguito per anni una costante traiettoria discendente. La sua quota nel mercato dei è scesa al di sotto della soglia del 50% nel 2010 e ora si attesta a circa il 4%, secondo NetMarketShare, il tracker dell’utilizzo del . è attualmente il leader dei , con una quota del 71% del mercato.

ha debuttato nel 1995 come parte di Windows 95 ed è diventato un successo immediato. Ha ucciso con successo Netscape Navigator e ha raggiunto un monopolio virtuale nei primi anni 2000. Al suo apice del 2002, era al comando del 95% del mercato dei .
Ma non è riuscita a innovare, essenzialmente lasciando 6 da solo a raccogliere polvere e ragnatele per cinque anni. Ciò ha frustrato i clienti e li ha spinti a fuggire per pascoli più verdi. è diventato sinonimo di bug, problemi di sicurezza e tecnologia obsoleta.

( MSFT ) ha finalmente rilasciato IE7 nel 2006, ma il danno è stato fatto: ha aperto la strada a Firefox e poi a per superarlo.
Fino a Internet Explorer 9 nel 2011, quando ha rilasciato un moderno. Tuttavia, fino ad oggi, IE non supporta ancora le estensioni, non è disponibile su dispositivi non Windows e non si sincronizza con altri dispositivi per impostazione predefinita, tutti i pilastri di e Firefox.

Microsoft riconosce che IE non è l’ideale per la navigazione sul Web.

Qualcuno lo ha già definito “” in quanto si blocca per un nonnulla

“I clienti utilizzano IE 11 dal 2013, quando l’ambiente online era molto meno sofisticato del panorama attuale”, ha affermato la società nel suo annuncio lunedì. “Da allora, gli standard web aperti e i browser più recenti, come il nuovo Microsoft , hanno consentito esperienze online migliori e più innovative”.
Ecco perché, negli ultimi cinque anni, Microsoft ha tentato, senza successo, di uccidere Internet Explorer.

In una chat “Ask Me Anything” su Reddit nel 2014, gli ingegneri di Internet Explorer di Microsoft hanno riconosciuto che la società stava prendendo in considerazione un cambio di nome per “separarci dalle percezioni negative” sul browser.
Invece, Microsoft ha sviluppato un browser completamente nuovo, rilasciando nel 2015. Ma non ha effettivamente sostituito IE: Internet Explorer fino ad oggi è preinstallato su PC Windows insieme a .

Microsoft ha continuato a fornire IE con Windows per garantire che le app aziendali continuino a funzionare correttamente. Le aziende tendono ad essere molto lente nell’adozione di nuove versioni del browser, in particolare se creano applicazioni personalizzate per loro.
La maggior parte dei possessori di PC Windows 10 probabilmente non ha mai notato che IE è installato sui propri computer. , un browser moderno, si basa sul codice open source di e ha guadagnato molta più popolarità di IE.

Microsoft ha detto che IE non sta ancora morendo.
“Vogliamo essere chiari sul fatto che IE 11 non scomparirà e che le app e gli investimenti di IE 11 legacy dei nostri clienti continueranno a funzionare”, ha affermato Microsoft.
Ma la società ha notato che la sua ultima versione del browser supporta le app Web create per IE in modo che i clienti non debbano continuare a passare da un browser all’altro. Forse IE non durerà per sempre, dopotutto.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.