Nel diciannovesimo anniversario dell’arrivo del primo equipaggio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, un veicolo spaziale di rifornimento Northrop Grumman Cygnus sta arrivando all’avamposto in orbita con quasi 8.200 libbre di indagini scientifiche e merci dopo il lancio alle 9:59 EDT Sabato dal Wallops Flight Facility della NASA in Virginia.

La navicella spaziale lanciata su un razzo Antares 230+ dal Pad 0A del Padiglione spaziale regionale dell’Atlantico Mid-Virginia a Wallops ed è programmata per arrivare alla stazione spaziale intorno alle 4:10 di lunedì 4 novembre. La copertura dell’approccio del veicolo spaziale e l’arrivo avrà inizio alle 2:45 sulla televisione della NASA e sul sito web dell’agenzia .

Gli astronauti della spedizione 61 Jessica Meir e Christina Koch della NASA useranno il braccio robotico della stazione spaziale per catturare Cygnus e Andrew Morgan della NASA monitorerà la telemetria. Il veicolo spaziale è programmato per rimanere alla stazione spaziale fino a gennaio.

Questa consegna, il dodicesimo volo mercantile di Northrop Grumman verso la stazione spaziale e il primo in base al contratto di servizi di fornitura commerciale 2 con la NASA, supporterà dozzine di indagini nuove ed esistenti.


Ecco alcune delle ricerche scientifiche che Cygnus sta consegnando alla stazione spaziale:

Altre ricerche sui misteri dell’universo

Questa missione contiene componenti necessari per prolungare la vita operativa di Alpha Magnetic Spectrometer-02 (AMS-02). In una serie di passeggiate spaziali pianificate nelle prossime settimane, gli astronauti taglieranno e ricollegheranno le linee fluide sullo strumento, un’impresa mai realizzata prima nello spazio, che potrebbe rivelarsi preziosa per le future missioni sul prossimo gateway lunare della NASA per il programma Artemis o per le missioni su Marte .

Test dei dispositivi di protezione individuale per gli astronauti

L’AstroRad Vest mette alla prova un indumento speciale progettato per proteggere gli astronauti dalle radiazioni causate da eventi imprevedibili di particelle solari. Gli astronauti forniranno input sull’indumento mentre lo indossano durante le attività quotidiane. L’uso del giubbotto potrebbe proteggere i membri dell’equipaggio nelle missioni su Luna e Marte.

Cibo fresco dal forno

Il forno Zero-G esamina le proprietà di trasferimento del calore e il processo di cottura degli alimenti in microgravità. Utilizza un forno progettato specificatamente per l’uso a bordo della stazione spaziale e può essere utilizzato per future missioni di lunga durata offrendo un modo per aumentare la varietà di sapore e nutrizione degli alimenti per i membri dell’equipaggio.

Stampa 3D con materiali riciclati

Il Made in spazio Recycler metterà alla prova i sistemi necessari per rielaborare la plastica in filamento di stampa 3D che possono poi essere trasferiti per l’uso al Made in Space Device Manufacturing, una stampante 3D che ha operato sul laboratorio orbitante dal 2016. Ciò ha implicazioni per la conservazione dello spazio e missioni nello spazio profondo.

Queste sono solo alcune delle centinaia di indagini attualmente in corso a bordo del laboratorio in orbita nelle aree della biologia e delle biotecnologie, delle scienze fisiche e della Terra e delle scienze spaziali. I progressi in queste aree aiuteranno a mantenere in salute gli astronauti durante i viaggi nello spazio di lunga durata e dimostreranno le tecnologie per la futura esplorazione umana e robotica oltre l’orbita terrestre bassa verso la Luna e Marte .

Questa missione, denominata NG-12, sarà in orbita contemporaneamente al suo predecessore, il veicolo spaziale Cygnus NG-11, che è stato lanciato ad aprile su un volo di lunga durata. La navicella spaziale Cygnus NG-12 rimarrà alla stazione spaziale fino a gennaio prima di smaltire diverse migliaia di chili di rifiuti attraverso il suo ardente rientro nell’atmosfera terrestre. La capacità di pilotare due veicoli contemporaneamente dimostra ulteriormente la solidità di Cygnus a supporto degli obiettivi delle ambiziose missioni della NASA.

Il veicolo spaziale Cygnus per questa missione di rifornimento della stazione spaziale è chiamato in onore di Alan Bean . Il defunto astronauta della NASA volò sulla Luna su Apollo 12 e divenne il quarto umano a camminare sulla superficie lunare.

Sabato inizia il 20 ° anno di presenza umana continua che vive fuori dal pianeta a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. La NASA e i suoi partner hanno supportato con successo gli esseri umani che vivono nello spazio da quando il personale di Expedition 1 è arrivato il 2 novembre 2000. Uno sforzo davvero globale, l’esclusivo laboratorio di microgravità ha ospitato 239 persone provenienti da 19 paesi, oltre 2.600 esperimenti da 3.900 ricercatori in 107 paesi e una varietà di veicoli spaziali internazionali e commerciali. La stazione spaziale sta facilitando la crescita di un robusto mercato commerciale in orbita terrestre bassa per la ricerca, lo sviluppo tecnologico e il trasporto di equipaggi e merci e rimane l’unico terreno di prova spaziale e trampolino di lancio per raggiungere gli obiettivi di Artemide programma, che invierà la prima donna e il prossimo uomo ad atterrare sulla Luna nel 2024.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.