attentato Vienna 2 novembre 2020

, – Il rabbino Schlomo Hofmeister ha guardato con orrore un uomo armato entrare e uscire da bar e pub nel centro di , sparando a persone che si godevano un’ultima notte di divertimento prima che entrasse in vigore il coprifuoco nazionale austriaco contro il coronavirus.

“Operava come un guerrigliero professionista e addestrato”, ha detto Hofmeister. “Sembrava molto deciso, non sembrava confuso e non sparava in giro in modo casuale – era molto mirato e coordinato, come un combattente”.
Hofmeister ha assistito all’attacco lunedì sera nell’affollato quartiere dei divertimenti del Triangolo delle Bermuda, guardando da casa sua vicino al Tempio Seitenstettengasse, la sinagoga dove impartisce istruzione religiosa.
Hofmeister ha chiamato la polizia e ha detto loro che un uomo armato stava correndo verso la gente in un bar, sparando “a dozzine, forse centinaia, di colpi”.

“Correva”, ha detto Hofmeister. “Correva avanti e indietro e correva dentro le sbarre e ho sentito dei colpi sparati all’interno delle sbarre. E poi, nei successivi 15 o 20 minuti, ho sentito degli spari da più lontano. E come abbiamo sentito, c’erano diversi punti di attacco . ”
La polizia di ha detto che non è ancora chiaro se le sparatorie di lunedì sera abbiano coinvolto un uomo armato solitario o due o più aggressori. Le autorità locali hanno consigliato ai genitori di tenere i figli a casa da scuola martedì, nel caso in cui altri aggressori fossero in libertà.
Una fonte delle forze dell’ordine austriache ha detto martedì ai giornalisti che le autorità avevano identificato sei luoghi in cui si sono svolte le sparatorie: le strade di Salzgries, Fleischmarkt, Bauernmarkt, Graben, Seitenstettengasse e Morzinplatz.

Vienna mappa degli attacchi terroristici

Werner Beninger stava cenando con sua moglie nelle vicinanze quando ha sentito risuonare una serie di spari. Inizialmente pensava che i rumori fossero fuochi d’artificio. “I colpi si sono avvicinati e poi ho capito che era una raffica di colpi”.
“La gente è fuggita nel giardino del ristorante, molti erano nervosi”, ha detto. “Poi l’unità speciale di polizia WEGA è arrivata e ci ha detto di andare nel seminterrato, e c’erano circa 50 persone, e abbiamo aspettato nel seminterrato”.
Beninger ha detto che sono rimasti lì fino a dopo l’una di notte, quando la polizia ha finalmente dato loro il via libera per lasciare la scena.

L’attacco sanguinoso, in cui sono morte almeno quattro persone e più di 20 ferite, ha avuto luogo nel primo quartiere storico della città, un’area nota per la sua architettura in stile liberty e le strette strade acciottolate fiancheggiate da boutique di moda.
L’area era affollata lunedì sera, poiché gli amici si sono incontrati per un ultimo drink prima che , come il resto dell’, entrasse nel blocco del coronavirus martedì. Il calore fuori stagione aveva anche attirato folle di persone nella zona, molte sedute fuori con giacche sottili.
Robert Schneider, 39 anni, ha detto alla CNN che si stava dirigendo verso la zona dalla sua casa in città quando ha notato un laser puntato al petto – crede che fosse probabilmente un’arma appartenente agli agenti di polizia chiamati nell’area in risposta al attacco.
“Stavo solo andando a mangiare con gli amici”, ha detto lunedì sera. “Tutto quello che volevamo fare mangiare, bere qualcosa e goderci la serata. Ora dobbiamo bere qualcosa per calmarci.”

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.