Un surfista di 60 anni è morto domenica in Australia dopo essere stato morso da un grande squalo bianco che era lungo quasi tre metri, dicono le autorità.

L’uomo, del Queensland, è stato ucciso mentre faceva surf a Salt Beach, vicino a Kingscliff, sull’estrema costa settentrionale del Nuovo Galles del Sud, secondo Surf Life Saving nel Nuovo Galles del Sud.
Poco dopo le 10 di domenica, la polizia e i soccorritori sono stati informati che un uomo era stato attaccato sulla spiaggia. Diversi altri surfisti si erano già precipitati per salvarlo, combattendo contro lo squalo e trasportando l’uomo a riva.
È stato morso sulla parte posteriore della coscia e ha ricevuto il primo soccorso a terra per gravi lesioni alla gamba sinistra, ma è morto sul posto.
Le spiagge tra le città di Kingscliff e Cabarita rimangono chiuse per 24 ore.
Primi soccorritori, polizia e biologi stanno ora monitorando l’area. Surf Life Saving ha schierato diverse moto d’acqua, droni ed elicotteri per rintracciare lo squalo. Le autorità lo hanno individuato dall’aria e hanno fatto delle fotografie.
I biologi hanno valutato queste foto e i segni del morso dell’uomo e hanno determinato che era stato un grande squalo bianco che misurava circa tre metri, secondo Surf Life Saving.
L’attacco è l’ultimo di una serie di altri fatali incontri di squali in Australia quest’anno. A gennaio, un sub è stato attaccato da un grande squalo bianco al largo della costa meridionale dell’Australia occidentale, anche se il suo corpo non è stato recuperato. Ad aprile, un ufficiale dei parchi e della fauna selvatica è stato ucciso da uno squalo vicino alla Grande barriera corallina.

DATABASE SITI WEB GRATUITO - inserisci il tuo sito web « QUI »


Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.