Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.almanacco.org/home/katyamalagnini/fp-includes/core/core.fpdb.class.php on line 302
Musica & Spettacolo « Archivo - 2015/06
Giu
04

Diario cronaca semi serio, demenziale e parzialmente attendibile :D della serata evento “Deejay time Reunion”


Deprecated: Non-static method StringParser_Node::destroyNode() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /web/htdocs/www.almanacco.org/home/katyamalagnini/fp-plugins/bbcode/inc/stringparser.class.php on line 356

Deprecated: Non-static method StringParser_Node::destroyNode() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /web/htdocs/www.almanacco.org/home/katyamalagnini/fp-plugins/bbcode/inc/stringparser.class.php on line 356

Cronaca semi seria, demenziale e parzialmente attendibile :D della serata evento “Deejay time Reunion”

Ok, siete capitati qui e questo è il mio blog, pertanto, visto che mi conoscete :D sapete già cosa vi attende.
Benvenuti, in un insieme di considerazioni che ho valutato io stessa e al tempo stesso, ho raccolto da altre persone (che ringrazio).

Precisazione: a proposito di questa serata ho scritto già un pezzo (serissimo) per un giornale … (che leggerete, tra due settimane, recandovi in edicola e acquistandolo :D:D e in proposito, ringrazio per la sentita collaborazione :D:D:D:D:D:D:D ) ma qualcuno, mi ha fatto notare sfracellandomi i marroni con domande, opinioni, valutazioni inerenti alla serata, che avrei potuto scrivere qualcosa sul mio blog, a proposito di questa cosa, e allora eccomi qui, nel solito stile demenziale cui ormai siete abituati. :D Ready? Go!

Ho parlato con molte persone di questo evento, dopo la serata. La maggior parte è stata entusiasta ma non sono mancate le lamentele che in parte, appoggio. Ecco quali sono :D No dai.
Ma che poi …chi se ne frega delle critiche? Ma sono critiche? Ed io chi sono? Tutti questi, in effetti…sono dilemmi della vita.
Prendiamola così. Libere opinioni e percezioni.

_________________________________________________________________________________________

Una considerazione estremamente personale? Ho fatto l’impossibile per non farmi riconoscere da nessuno, volevo essere un segugio in incognito :D:D e mi sono presentata completamente struccata, ma sono stata riconosciuta lo stesso, e forse… alla mia età … è un complimento :D:D:D

_________________________________________________________________________________________

La serata inizia tra l’ovazione generale; parte la sigla ed io mi trovo nell’oblio, schiacciata da cinquanta persone per metro quadro, alla disperata ricerca di un water che stavo già cercando dalle ventitré e che non troverò per il resto della serata :D.
Sulle prime, non comprendo nulla di cosa stia accadendo in pista. Dalla posizione in cui mi trovo, d’altronde … è impossibile. Posso solo ipotizzare e chiedere a qualcuno vicino a me. Il destino, come sempre, mi aiuta :D piazzandomi davanti sei giovanotti, dei quali il più basso era il capo dei Watussi. :D:D
“Scusa, chi è salito in console”? (chiedo) “Molella”, mi risponde il ragazzo…
boh … e io non capivo, perché sentivo la voce di Albertino.

L’altro ragazzo vicino, conferma: “Suona Molella”. Ed io a chiedermi per quale motivo avessero deciso di far partire la serata col Molly, che è una cosa che non avresti mai messo in preventivo :D e infatti, non era Molella :D.

In quel momento, si dissolve qualcosa in pista e per una frazione di secondo e mezza, riesco a scorgere la console, dove, finalmente… vedo Albertino
#matisembraMolellaquello?

are_you_fucking_kidding_me_by_rober_raik-d4clstk.png

L’entusiasmo è alle stelle, c’è l’attesa, l’energia ancora intatta allo start della serata: Albertino gasa tutti, me compresa, che faccio uno sciopero dal ballo, giusto per qualche minuto, il tempo di accaparrarmi una location migliore, dove poi resterò per tutta la serata, impossibilitata a muovermi.

Arrampicandomi sulle persone :D avvisto finalmente il luogo ideale, in alto. Da lì, la sottoscritta nanerottola avrebbe sicuramente visto qualcosa … e forse, sarebbe riuscita a fare anche qualche foto.
Il problema era arrivarci là sopra, ma non fermandomi davanti a nulla, nel tempo di un disco, mi districo come un Mamba delle praterie e riesco ad arrivarci, rimediando un ginocchio rotto :D e settanta ematomi, amplificati in seguito, da pugni d’ignota provenienza. :D
*Non credo che esista il Mamba delle praterie, se proprio volete saperlo, ma mi piaceva come suonava :D.

Nello scovare la mia location ideale, avevo però sottovalutato un PICCOLISSIMO particolare, del quale acquisisco completa consapevolezza, solo una volta giunta sul posto: il luogo prescelto, si trovava proprio all’incastro del più grosso groviglio di casse del locale. (vedi foto)
Poco male, ci ho rimediato solo la caduta dei capelli, una permanente sui pochi restanti e la perdita totale dell’udito all’orecchio destro. Che sarà mai! :D Finalmente, però…da lì ho la visuale che volevo e riesco pure a fare qualche foto.

_dsc0164_picia.jpg

Un po’ di perplessità mi sorprende, mentre mi dimeno :D sentendo entrare “Pass the toilet paper” perché non la riconosco per come sono abituata a sentirla io (eccezion fatta per il remix di Aladino che era una bomba atomica indiscussa :D:D) e le mie perplessità vengono in seguito confermate dagli altri fedeli :D presenti. Purtroppo o per fortuna, contrariamente a quanto avviene di solito nelle serate anni ’90, popolate da bimbiminkia :D, il target è prevalentemente quello giusto e i puristi degli anni ’90, in pista, sono tanti. Questo rende difficile digerire le “mesciappate” :D :D che sono state la cosa più contestata della serata. Anch’io avrei preferito le versioni originali e addirittura, se il tutto fosse stato fatto con il vinile, sarei stata la donna più felice del mondo, ma si sa che se scrivo ste cose, poi passo per Matusalemme. Ops, l’ho scritto. :D

Arriva il turno di Molella che ha proposto, tra mesciappate :D e non, un misto, tra anni ’90 e giorni nostri.

“Ma certo che è una serata anni 90, Katya”! (cit.)
mi disse qualcuno due giorni prima della serata.
Azz…io e le mie domande stupide :D:D:D certo, difatti ricordo perfettamente Deorro come simbolo dell’estate del ’93, assieme a Haddaway e Dr. Alban :D:D:D

Su Deorro la pista si divide: alcuni impazziscono e si scatenano, altri si fermano e guardano con perplessità: io, mi sistemo la gonna :D:D
In ogni caso, quando parte il Molly sono già in bomba, perché mentalmente, mi son fatta un’idea di quali dischi avrebbe suonato. Mi aspettavo Gala (che è arrivato) mi aspettavo Soundlovers ^_^ :D (che è arrivato #ghiù) mi aspettavo la sua “Love last forever” *______* che è arrivata e … aspettavo… “CONFUSION”, che ho continuato ad attendere invano per tutto il set :’((((((((( #fiiiiiiiiiiiiiiiigapuoi? #daicazzo
#maperchélemieadoratissimecampaneabbandonatealorostesse #delusione :’(

Ci sono rimasta talmente male, che la prima cosa che ho fatto, una volta arrivata a casa (alle sei e quaranta del mattino finita e distrutta) è stata quella di accendere i giradischi e ascoltarmela in loop fino alle otto :D

Fino a questo momento, nemmeno l’ombra di un disco dei Datura, di Moratto, di Einstein Dr. Dj e di molti altri artisti simbolo degli anni novanta e così sarà fino alla fine della serata.

È il momento attesissimo :D di Fargetta… sono gasatissima e taaaaaaaaac, il fumo annebbia tutto il locale e mentre non vedo più una mazza, mi si piazza davanti un tipo, alto due metri, con uno schermo 761 pollici. Mi sale il demonio e lo demolisco all’istante: “’a ciccio…levate”… :D:D:D
Lanciato di sotto il bifolco :D:D, mi godo il set di Fargetta… che propone molte delle sue produzioni, da “Feel it” a “Shining star”. Al tempo stesso, però, suona anche Corona, Alexia (mettendone addirittura due di fila, “Summer is crazy” e “Me & you”) e molte altre. Tutto molto bello, solo che…stentando a credere alle mie orecchie, Fargetta è evidentemente molto emozionato e sbaglia qualche passaggio. Chi? Lui? Impossibile, sempre impeccabile. L’emozione gioca brutti scherzi…tuttavia, io e poche altre pigne in cul… ehm pignoli :D ce ne accorgiamo, al resto della pista, non frega un’assoluta mazza di questa cosa. Tutti ballano e sono su di giri.
E poi… è un segno assoluto che non ha il set già fatto :D:D:D #teparepoco?

“Midnight” non è arrivato #fiiiigapuoipuretu :D:D e stavo quasi per porre fine alla mia esistenza in lacrime…quando invece ha messo “Memories” di Netzwerk. *_________* una delle mie preferite di sempre. Allora va bene. :D

La serata è quasi giunta al termine sono le tre ed è Prezioso a prendere possesso del mixer. Parte con “Tell me why” e sul secondo “Why”, mi arriva uno spintone da un indemoniato che sbocciava al tavolo… stavo per ribaltarmi e spiaccicarmi di sotto, con tanto di prima pagina su Leggo e La Nuova Venezia :D il giorno successivo.
Ecco: TELL ME WHY #ditemiperchéesistegentecosìdeficienteziobilly.
Prezioso usa le versioni originali ma sopra ci suona, ci mixa, ci gioca e ribalta tutto, sia le song, sia il locale :D:D.
Anche lui, si concentra sulle sue produzioni, suona “Le Louvre”, “Voglio vederti danzare”, “Let me stay”, il remix di “Dieci, cento, mille” dei Brothers e molti altri. Un’unica obiezione: la prossima volta, vinile. :D

_________________________________________________________________________________

Nasco dj, nel tempo devio anche nella scrittura.
Chi sono:
a detta di alcuni, Una povera stron :D a detta di altri, una che ha scritto per molti anni, per molti giornali e siti web di musica dance. Curioso? Vai qui http://www.almanacco … alagnini/?page=about